Direttamente dall’Arizona ed unico in Italia, è ora attiva, presso la struttura ITAMA CARE all’interno del prestigioso Tennis Club Milano Alberto Bonacossa, la tecnologia biomedica SANET VISION INTEGRATOR and NEURO SENSIMOTOR INTEGRATOR, operativi ed interattivi grazie ad uno schermo HD touch screen da 50″ .

 
 SPECIFICAMENTE PROGETTATI PER:
Riabilitazione visiva, inseguimenti, saccadi, la stabilità della fissazione, la coordinazione occhio-mano, il tempo di reazione visivo, la velocità e lo span di riconoscimento, la sensibilità al contrasto, la sequenzialità, l’automaticità e la memoria visiva – uditiva.

stroke e CVA, commozione cerebrale, lesioni assonali diffuse, lesioni midollari, lesioni da colpo di frusta, MVA, disturbi neurologici, disturbi vestibolari e dell’equilibrio, lesioni dell’arto superiore.

 
INTEGRAZIONE OSTEOPATICA:
Negli ultimi anni l’attenzione verso l’aspetto posturale ed il suo equilibrio statico e dinamico è stato preso sempre più in considerazione da diversi specialisti che con un approccio integrativo, hanno favorito un’analisi interdisciplinare del paziente, elevandone la qualità e l’efficacia.
L’approccio richiede una conoscienza del funzionamento degli altri apparati e di come essi si legano gli uni agli altri attraverso il sistema nervoso centrale (SNC).
La funzione visiva, intesa come raffinatissimo elaboratore centrale di informazioni periferiche , rappresenta uno dei principali sistemi di predispozizione dell’assetto posturale.
L’esame clinico, l’anamnesi e l’osservazione del soggetto consentono di cogliere numerosi compensi posturali effettuati automaticamente dal sistema nervoso centrale per adattarsi alle disfunzioni del recettore oculare.
Il recettore oculare ha una duplice funzione: esterocettiva e propriocettiva
nella funzione esterocettiva possiamo trovare le anomalie dei vizi refrattari ( miopia, ipermetropia, astigmatismo), mentre nella funzione propriocettiva possiamo trovare variazioni del tono dei muscoli oculari ( strabismi latenti, strabismi manifesti, alcune condizioni di disparità di fissazione).
queste condizioni portano il capo ad assumere posizioni anomale che tramite compensi discendenti andranno a modificare la posizione e la funzione del cingolo scapolare, della colonna e del bacino creando possibili dolori e disconfort posturali.
Qui entra in gioco il ruolo fondamentale dell’osteopata che andrà ad eliminare i compensi funzionali che si sono instaurati nel sistema del paziente, attraverso manipolazioni specifiche.
Ricordando, che la patologia del sistema visivo in quanto tale è diagnosticabile e trattabile solo dallo specialista di riferimento, in quanto di pertinenza e competenza medica.

IL SERVIZIO SARà GESTITO DA:

IDOR DE SIMONE
Ottico e Optometrista
PhD in Scienze della Visione

MICHELE BIRAGO
Osteopata DO (BSc. Ost. UK)

 Contattaci per avere più informazioni o per prenotare una prima visita